Menu
Copenhagen La febbre del pane
Entra nel mondo AVDM
Michael Illum, Copenaghen

Ispirazioni, esperienze di gusto e di bellezza nelle più interessanti città del mondo.

Potrai scoprire in anteprima i nostri servizi esclusivi di concierge.

Prenota il tuo appuntamento

Scarica l’app e seleziona il concierge che ti accompagnerà durante la tua visita in store occupandosi di rendere unica questa esperienza.

Copenhagen La febbre del pane

Una nuova generazione di chef guarda alla panificazione e apre bakery caffetterie, dove si fa la fila. Il pane a Copenhagen è il nuovo trend, esportato in tutto il mondo. E i croissant sono deliziosi.

La baguette non avrà vita facile ancora a lungo. Così come tutto il pane bianco, ed è anche merito della cucina nordica. Uno dei risultati della New Nordic Cuisine e a livello globale non è solo la valorizzazione degli ingredienti del territorio e le fermentazioni, ma un nuovo modo di panificare e di intendere il pane. Lievito madre, mollica acidula e crosta super croccante, farine non raffinate e integrali, meno varietà ma molta più qualità: le panetterie nordiche stanno spuntando a New York, Londra e Francoforte. In molti arrivano proprio da Copenhagen.
La fiorente scena culinaria locale non si traduce solo in ristoranti gourmet, ma in una nuova era di panetterie/caffetterie – gremite e con la fila fuori. Perché meritano davvero.

Andersen & Maillard

Croissant meravigliosi, pane memorabile, caffè fumante. Il paradiso è quello dello chef Milton A. Abel. Figlio di jazzista, un passato nelle cucine del Noma e di Amass ha oggi il suo locale in una ex-banca a Nørrebro. Difficile dire che cosa ordinare, la risposta è tutto ma i croissant alla mandorla sono davvero imperdibili. I migliori, o fra i migliori, in città.

Juno The Bakery

Nina Schiegelow & Emil Glaser dopo quattro anni al Noma hanno aperto questa piccola panetteria a Østerbro all’inizio del 2018. Trovarla è facile, è quella con fuori la coda: sono tutti in fila per i loro snurrer, soffici e croccanti, deliziosamente aromatizzati. Siete amanti della colazione salata? La breakfast brioche con uova e bacon è spaziale.

Democratic Coffee

Per scoprire che cosa sono davvero le danish pastries e scoprire dove tutto ha avuto inizio, c’è Democratic Coffee. Sono aperti dal 2014 e il loro successo non accenna a diminuire. Sfogliano in modo divino, quindi che sia dolce o salato, fatevi incantare dagli strati di pasta fragrante.

Lille Bakery

Questa bakery offre anche la cena, la sera del giovedì, ed è un’esperienza unica che si fa a lunghi tavoli sociali. Si prenota e si paga in anticipo, il menù è unico e il wine pairing di soli vini naturali: benvenuti a Copenhagen!

Mirabelle

Menzione d’onore allo chef italiano Christian Puglisis (lo stesso dei ristoranti Relæ, Manfreds e Beast.) , fra i primi ad aprire una bakery-ristorante. Ancora e sempre popolarissima.

Il bazar scandinavo Mentre passeggiate lungo la via pedonale più lunga d'Europa, la Strøget, fate un passo da ILLUM, dal 1891 il primo e ineguagliabile centro commerciale della città. La scalinata è un'opera d'arte, e vi è un vastissimo assortimento di creazioni di designer scandinavi.
Un rooftop sullo Strøget Raggiunto il tetto dell'ILLUM potrete godervi la vista, scegliendo nel frattempo tra numerose opzioni per mangiare: da una ricca colazione al mattino a un bicchiere di vino, dalla bistecca all'aragosta, dalla pizza italiana alla pastasciutta servita a Eataly, non dimenticando diversi aperitivi e altro ancora.
Scarica l'app Aux Villes du Monde su