Menu
Copenhagen Porto&vermuth: a qualcuno piace dolce
Entra nel mondo AVDM
Michael Illum, Copenaghen

Ispirazioni, esperienze di gusto e di bellezza nelle più interessanti città del mondo.

Potrai scoprire in anteprima i nostri servizi esclusivi di concierge.

Prenota il tuo appuntamento

Scarica l’app e seleziona il concierge che ti accompagnerà durante la tua visita in store occupandosi di rendere unica questa esperienza.

Copenhagen Porto&vermuth: a qualcuno piace dolce

Il nuovo trend a Copenhagen viene da Portogallo e Italia e si sorseggia in bar specializzati, dove degustare etichette e bere responsabilmente, bene.

Pensando a cosa si beve tradizionalmente in Danimarca vengono in mente l’Hyldeblomstsaft, la bevanda ai fiori di sambuco, la birra (øl in danese, come la Carlsberg, Ceres o Tuborg) e l’Akvavit di patate. Quando l’inverno cala, nelle lunge serate hygge davanti al fuoco si sorseggia il Gløgg, un punch caldo a base di vino rosso, brandy, sherry e spezie – tipico del Natale, mentre nei bar di tendenza si bevono vini naturali. Da qualche anno un nuovo trend un po’ hipster si sta affermando e riporta in auge dei vini antichi, il cui pensiero riporta alle case delle vecchie zie tutte pizzi e merletti.

I vino liquorosi come il Porto portoghese, lo Jerez, spagnolo e il Vermut italiano sono in ripresa, a livello globale, e Copenhagen come spesso accade nel mondo della cucina, detta la tendenza. Aprono locali specializzati dove trovare passione, tante bottiglie ed etichette, la possibilità di conoscere e bere responsabilmente bene.

PORT MIXOLOGY

Il Porto bar dell’hotel SP34 è un tempio del porto portoghese e nasce, come sempre in questi casi, dalla passione visionaria di un solo uomo che diventa virale fra i suoi collaboratori. Il CEO di questo contemporaneo boutique hotel è un appassionato di Porto e ha deciso di far girare attorno a questo amore persino la reception e tutta l’accoglienza degli ospiti. Nessun bancone con hostess in divisa, ma baristi che ti accolgono e oltre a consegnarti le chiavi, ti invitano alla wine-hour organizzata tutte le sere nella lobby. Per l’aperitivo e il dopocena i turisti si aggiungono ai locals attratti dalla più ampia selezione di etichette del Paese. Il bar organizza degustazioni organizzate e, unicum, miscela il Porto in deliziosi drink come il Portonics, il Rosemary’s Baby e lo Sparkling rosè (un mix fra Porto rosè e champagne rosè). Sedetevi al bancone e una lezione “Port-wine for dummies” è inclusa.

UNA BODEGA DANESE

Il primo Sherry Bar ha aperto le porte nel 2010 in Inghilterra e tanti da allora hanno seguito la scia, come Nyhavns Bodega – Bar Andaluz de Vino de Jerez di Copenhagen. Da non confondersi con il liquore alla ciliegia super-dolce, il vino di Jerez, o Sherry spagnolo, è un vino fortificato dal gusto adulto, che si presta a degustazioni e verticali, dalle bottiglie più commerciali e conosciute a quelle importante direttamente dall’Andalusia e introvabili anche in Spagna.

VERMUTH MANIA

Christian Puglisi è lo chef stellato del ristorante Relae, e del piccolo universo di locali che fanno capo alla sua gestione come il wine-bar Manfreds, la pizzeria Baest, il panificio con salumeria Mirabelle e l’agriturismo che produce i prodotti per tutti i ristoranti, Farm of Ideas. Negli spazi di Eataly presso il departmet store Illum, ha ideato ora un nuovo concept, Rudo, un bistrot e vermouth-bar. Oltre ad una nutrita lista di vini fortificati, si servono vintage cocktail come il Barrel Aged Negroni, a base di Campari, vermouth e gin, e il Rudo Spriz, con vermut e sidro.

Sherry Anche chiamato Vino di Jerez, è un vino liquoroso spagnolo, da non confondere con lo Cherry Brandy, liquore dolce a base di ciliegia.
Vermuth O vermouth è un vino liquoroso aromatizzato, tipico di Torino e della Savoia francese.
Scarica l'app Aux Villes du Monde su