Menu
Milano Bacchette&forchette
Entra nel mondo AVDM
Sylvia Rinascente Milano Duomo, Milano

Ispirazioni, esperienze di gusto e di bellezza nelle più interessanti città del mondo.

Potrai scoprire in anteprima i nostri servizi esclusivi di concierge.

Prenota il tuo appuntamento

Scarica l’app e seleziona il concierge che ti accompagnerà durante la tua visita in store occupandosi di rendere unica questa esperienza.

Milano Bacchette&forchette

Non solo cotolette e risotti, a Milano si mangia (molto bene) cinese, messicano, peruviano e giapponese - in stile contemporaneo e con ingredienti Made in Italy.

Quando si viaggia si è sempre in cerca di qualcosa di autentico, originale, come una volta. A Milano si cerca la cotoletta e il risotto giallo, magari con l’ossobuco, ma si scopre amaramente che appare quasi oramai solo nei locali per turisti. I milanesi mangiano il sushi, lo streetfood del Sud Italia, la pizza e escono a cena maneggiando bacchette, più che forchette.

Milano ha una sua China Town, una comunità dai primi del Novecento e quindi una “tradizione” di cucina cinese radicata. L’Italia ha avuto però poche colonie nella sua storia, e quindi a parte una enclave di cittadini di origine somala concentrati in Porta Venezia, tutto il resto è frutto di una contaminazione culturale, e culinaria, degli ultimi vent’anni.

I ristoranti di nuova generazione offrono un’esperienza di cucina moderna, in locali alla moda molto eleganti.

Un ristorante su tre in città è oramai gestito da stranieri, ma nella moltitudine di insegne spiccano quelli di nuova generazione, dove la qualità è alta e l’esperienza di livello.

Qui c’è oggi l’unico ristorante con una stella Michelin del genere in Italia, Iyo, aprono messicani contemporanei, ristoranti cinesi di lusso dove abbinare dim sum e champagne, ramen bar dove fare la fila per una ciotola di noodle. Posti dove si mangia bene e si vede una Milano vera, curiosa, internazionale.

BÉSAME MUCHO

Se cercate nachos e fajitas, in un ristorante addobbato di poncho e sombreri, avete sbagliato indirizzo. Qui si assaggia una antologia culinaria della cucina messicana contemporanea, fatta di profumi e spezie, eleganza, creatività, leggerezza – in ambiente di design con vista meravigliosa sullo skyline di Porta Nuova. Si pasteggia a Margarita.

DIM SUM

Riempite il tavolo di cestini di bambù ripieni di dim sum, appena cucinati nella cucina a vista. Shao mai con manzo e pepe nero, Jiaozi alla milanese con zucca, zafferano e Aceto Balsamico, Involtini fritti di banane e gamberi. Proprio come a Hong Kong, ma con una coppa di champagne.

PACIFICO

Cucina nikkei curata dallo chef Jaime Pesaque del ristorante Mayta di Lima. Si mangia pesce crudo in ceviche, tiradito ma anche dim sum e piatti più elaborati che mixano la cucina giapponese a quella peruviana – tradizionale in Perù e molto di moda in tutto il mondo. Non mancate il pisco bar.

IYO

L’unico ristorante “etnico” in Italia ad avere una stella Michelin. I piatti sono italo-nipponici e inventati a quattro mani dal sushiman Haruo Ichikawa e dallo chef di cucina Michele Biasson. Fate onore ad entrambi i capitoli del menù con la degustazione Omakase di 8 portate.

CASA RAMEN

L’avventura di un ragazzo italiano, folgorato dal ramen a New York, che oggi ha la fila fissa davanti al suo locale di Milano. Serve ciotole di noodles in brodo italianizzati, da mangiare velocemente, prima che si ammollino. Senza mescolare gli ingredienti e bevendo il brodo solo alla fine.

RAVIOLERIA SARPI

È bello passare un’oretta in via Paolo Sarpi, graziosa via pedonale nel cuore di China Town. Fra negozi di abbigliamento economico e ristoranti cinesi, ci si può fermare per uno streetfood da passeggio di ottima qualità: ravioli di carne italiana da allevamenti selezionati e preparati sotto i vostri occhi.

Chiusure Molti ristoranti sono chiusi la domenica sera, ed è meglio prenotare.
Cucine mancanti A Milano ci sono pochi ristoranti indiani, mediorientali e thailandesi, meglio cercare oltre.
Scarica l'app Aux Villes du Monde su