Menu
Milano L’Isola di Milano
Entra nel mondo AVDM
Sylvia Rinascente Milano Duomo, Milano

Ispirazioni, esperienze di gusto e di bellezza nelle più interessanti città del mondo.

Potrai scoprire in anteprima i nostri servizi esclusivi di concierge.

Prenota il tuo appuntamento

Scarica l’app e seleziona il concierge che ti accompagnerà durante la tua visita in store occupandosi di rendere unica questa esperienza.

Milano L’Isola di Milano

Un quartiere dal nome che è tutto un programma e definisce un mondo a parte dal resto della città. E una movida notturna alternative-chic dove passare una serata.

La vera sorpresa di Milano, per chi ci abita e per chi manca da tanto in città, è un quartiere storico, che ha cambiato faccia. Nel dopoguerra si chiamava zona Isola, perché era racchiusa fra due ferrovie e aveva un’identità tutta sua. Oggi questo quartiere ha una doppia anima, un po’ underground e sempre più modaiola mano a mano che ci si incammina verso i grattacieli di Porta Nuova e le vie pedonali di Corso Como e Corso Garibaldi. Un tutt’uno perfetto per una serata in cui dimenticare auto e taxi e camminare a piedi, dal centro di Milano attraverso le trasformazione urbanistiche degli ultimi dieci anni – locale dopo locale, ristorante dopo ristorante.

Corso Garibaldi-Moscova

Siamo ad un passo dal centro di Milano, ma qui la sera la vita notturna dà il meglio di sé. Corso Garibaldi è una via pedonale e questo significa in estate migliaia di persone in strada con un drink in mano, in inverno un viavai continuo di comitive che si muovono fra un locale ed un altro. Per l’aperitivo o un drink dopocena c’è il classico Radetzky, amato dai VIP e il Chinese Box, locale emergente a gestione cinese con un bar (sempre affollato) e più che dignitoso. Poco più avanti, si può cenare all’Osteria del Brunello, trattoria moderna con carta dei vini infinita e volutamente indirizzata alla Toscana. La cotoletta è un delle migliori di Milano, la migliore per diverse classifiche.

Corso Garibaldi-Moscova
Piazza Venticinque Aprile e Corso Como

Una grande arco decorato accoglie chi arriva a piedi dal centro, è la Porta Garibaldi, un tempo casello daziale della città lungo la direttrice che porta ai laghi. Da un lato nella piazza c’è Eataly, gigantesco department store di prodotti Made in Italy. Entrare per fare un giro di shopping è d’obbligo alla ricerca di pasta, riso e conserve come souvenir. All’ultimo piano il ristorante Alice ha una stella Michelin ed è perfetto per gli amanti del pesce e della cucina gourmet. Se si è amanti del design, un altro indirizzo in Piazza Venticinque Aprile ci renderà felici: si chiama High Tech e vende ammennicoli e soprammobili inutili ma bellissimi con cui riempirsi la casa.

Corso Como

Corso Como la sera si popola di ragazzi e di comitive in vena di festa, è un divertente tratto di strada in cui fare people watching oppure fermarsi a visitare Corso Como 10, concept store con galleria d’arte, boutique hotel, caffetteria e libreria (imperdibile). Poco più avanti, unico indirizzo degno di nota dal punto di vista gastronomico, La Griglia di Varrone (solo per veri amanti della carne, il migliore in città).

Isola
Piazza Gae Aulenti

Lasciandosi alle spalle le boutique di Moschino e Louboutin, si sale verso la piazza sospesa fra i grattacieli del nuovo skyline milanese. La sera si può bere un caffè filtro al Moleskine Cafè o entrare a fare un giro nella libreria Feltrinelli, ma girando a destra si prosegue la passeggiata. Si può attraversare il ponte verso Piazza Alvar Aalto e fermarsi a cena al messicano contemporaneo Besame Mucho o al ristorante stellato Berton (una garanzia). Dall’altro lato si scende lungo la passeggiata Luigi Veronelliverso il quartiere Isola – frequentato da milanesi un po’ radical chic dai 20 ai 50 anni.

Piazza Gae Aulenti
Quartiere Isola

Il quartiere Isola che esisteva un decennio fa è quasi scomparso, almeno a guardare le insegne di negozi e ristoranti che ora non esistono più. Ma quello che è apparso di nuovo non lascia rimpianti. C’è il Ratanà, trattoria moderna perfetta per un risotto con l’ossobuco (un must per chi viene a Milano), il The Botanical Club, prima micro distilleria di gin dove bere un ottimo cocktail, o il nuovo Wooding Bar, bar e cucina basato sul foraggio e su ingredienti selvatici raccolti nei dintorni di Milano. Per chi vuole farla semplice, c’è la pizza meravigliosa di Berberè (forse la migliore pizza della vostra vita) o L’Osteria dal Verme, trattoria molto tipica e molto rustica che resiste dal 1944 con un menù quasi inalterato negli ultimi vent’anni. Uno degli ultimi avamposti di zona della Vecchia Milano che resiste. Ma il nuovo che avanza vi piacerà tantissimo.

La città della moda Milano è la capitale della moda, del design e del “Made in Italy” del terzo millennio. La Rinascente ha anticipato i tempi, dettando legge su cosa sia “in” nei settori di abbigliamento, decorazioni per la casa, accessori, prodotti di bellezza e cibo – tutto in un unico luogo nel centro città.
Design supermarket A Milano non c'è solo la moda: questa è anche la principale capitale del design d’interni. Se desiderate acquistare un souvenir di gusto raffinato, scendete al piano sotterraneo della Rinascente e procuratevi un cestello per fare shopping lungo le corsie del primo supermercato del design.
Scarica l'app Aux Villes du Monde su