Menu
Roma Pizza romana
Entra nel mondo AVDM
Alba Rinascente Roma Tritone, Roma

Ispirazioni, esperienze di gusto e di bellezza nelle più interessanti città del mondo.

Potrai scoprire in anteprima i nostri servizi esclusivi di concierge.

Prenota il tuo appuntamento

Scarica l’app e seleziona il concierge che ti accompagnerà durante la tua visita in store occupandosi di rendere unica questa esperienza.

Roma Pizza romana

La vera pizza romana è sottile, croccante, bruciacchiata e sta vivendo una rinascita.

Quando si parla di pizza bisogna specificare in che parte dell’Italia ci troviamo. State sbagliando se pensate che sia uguale ovunque siate nello stivale.

Alta, bassa, croccante, con il cornicione ripieno, al trancio o rotonda.

L’impasto dev’essere ben lievitato e le farine selezionate nei migliori mulini. Mozzarella fior di latte o bufala? Anche la stessa Margherita può essere molto diversa se mangiata a Napoli o a Milano.

Gli antichi Romani pare si dilettassero a combinare farine macinate a pietra, con processi di lievitazione fino 48 ore, dando alla pizza una forma ovale, una sorta di pane schiacciato: la famosa pinsa. Sarà un caso, ma a Roma la pizza dev’essere ancora oggi rigorosamente bassa, cotta al forno e servita su un piatto di metallo. Diffidate dalle imitazioni.
E non dimenticate, in una pizzeria romana che si rispetti ci sono sempre ottimi fritti di antipasto, dai fiori di zucca ripieni ai filetti di baccalà, senza dimenticare i supplì al telefono (crocchette di riso) – da accompagnare con una birra ghiacciata.

Remo

Remo é da 40 anni il re della pizza a Testaccio. Sforna pizze fino a notte fonda, perfetto per il dopo teatro quando tutto é chiuso. Sono velocissimi a sfornare le pizze, ci si compila da soli il menu creando la pizza dei nostri sogni. Da segnalare quella della casa: salsiccia, funghi e melanzane.

La Montecarlo

In questo ristorante non si mangia sono una pizza ottima e tipicamente romana, ma il divertimento é assicurato. Il personale é cordiale e amichevole, ti strappa sempre un sorriso. Con il bel tempo i tavoli sono posizionati anche all’esterno nel vicoletto di San Pietrini. Pochi gusti, tutti nel rispetto della trazione; i must da non perdere: marinara, Margherita e Napoli.

Antica schiacciata romana

Potremmo definirla la mamma di tutte le pizze. È la più simile alla pinsa degli antichi Romani, ovale e croccantissima. Leggerissima da digerire, spesso bianca (senza pomodoro) e farcita a piacere. Atmosfera verace.

Emma pizzeria

Una pizzeria moderna che rispetta la tradizione. Ingredienti di prima qualità come pomodoro Pomilia, mozzarella di bufala di Paestum e culatello di Zibello Pio Tosini. C’è la possibilità di scegliere anche un’impasto di grano tenero, farro bianco e sfarinata di grano saraceno, tutto rigorosamente biologico.

In Fucina

La pizza gourmet della Capitale che si può mangiare solo attraverso la formula degustazione,. Il segreto sono gli impasti curati e gli abbinamenti curiosi: calamari, guanciale e melanzane oppure cavolo riccio viola, gorgonzola e mortadella. Ovviamente sempre bassa e “scrocchiarella”.

Le rovine dell'Aqua Virgo In occasione del restauro della Rinascente in via del Tritone è stato portato alla luce un antico tesoro: le rovine dell’Acquedotto Vergine risalenti al 19 a.C., che possono ora essere visitate gratuitamente e ammirate dal bar.
Terrazza con vista La terrazza sul tetto al sesto piano della Rinascente Roma Tritone offre ai visitatori la possibilità di apprezzare un panorama a 180 gradi con la Cupola di S.Pietro, la Basilica di Sant'Andrea delle Fratte, i campanili del Borromini, Villa Borghese e il Palazzo del Quirinale.
Scarica l'app Aux Villes du Monde su